Benvenuto in EvalFarm

EvalFarm è uno strumento di pianificazione aziendale finalizzato all'analisi di convenienza economica, sostenibilità finanziaria e solidità finanziaria dei progetti di investimento di imprese agricole. Lo strumento, che utilizza i principi dell'analisi costi-benefici, è fruibile gratuitamente previa registrazione o, semplicemente, accedendo tramite social account. Nella sezione Modelli di investimento sono disponibili esempi di investimento che possono essere copiati e adattati in relazione alle caratteristiche specifiche del progetto. In alternativa è possibile creare un nuovo progetto di investimento. EvalFarm ti offre inoltre la possibilità di pubblicare (ad eccezione delle informazioni specifiche dell'azienda che rimangono private) o mantenere privato il tuo progetto e visionare i progetti pubblici realizzati dagli altri utenti.

Progetti recenti


Creato da Redazione, Novembre 2015

L'investimento, della durata di 20 anni, prevede la realizzazione di un agrinido che si aggiunge alla normale attività agricola svolta dall'azienda. Si prevede di ospitare 15 bambini per 5 giorni alla settimana e per un periodo complessivo di 10 mesi all'anno. Per la gestione dei bambini, è prevista una retta mensile media a bambino di 400 €. Per la realizzazione dell'agrinido, sarà acquistato un rudere che dovrà essere ristrutturato e convertito in agrinido attraverso opere di ristrutturazione e adeguamento. Saranno inoltre realizzati percorsi, recinzioni e giardini, annessi alla struttura. Ai fini educativi, saranno assunte 3 educatrici, di cui 2 a tempo pieno ed una a tempo parziale, e acquistato materiale educativo (metodo Montessori). Sarà inoltre assunta una cuoca a tempo parziale. Per la copertura finanziaria, si farà richiesta di contributi pubblici a copertura delle spese di realizzazione delle opere edili e dell'impiantistica e di annessi alla struttura. Per la parte...

Creato da Redazione, Novembre 2015

L'investimento, della durata di 15 anni, prevede la realizzazione di un impianto a biogas alimentato con soli liquami e letami derivanti dalla attività zootecnica (equivalenti a circa 18 mila tonnellate all’anno). L’impianto è in grado di produrre 780 mila KWh annui (di cui 80 mila utilizzati per l'autoconsumo). Il progetto prevede, al primo anno, la costruzione di opere civili, la realizzazione delle opere elettromeccaniche e l'acquisto di un cogeneratore. Le opere civili sono rappresentate dalle opere edili necessarie per le strutture di ricezione e trattamento delle biomasse, per le strutture di produzione e stoccaggio del biogas e per le strutture di stoccaggio del digestato. Queste opere saranno costruite su un terreno dove era presente un erbaio che fruttava un reddito lordo annuo di 500 €. Le opere elettromeccaniche comprendono invece le attrezzature per il carico delle matrici e gli allacciamenti elettrici. Le opere civili, le opere elettromeccaniche e il cogeneratore...

Creato da Redazione, Novembre 2015

La società agricola Fratelli Cicconi alleva 300 capi ovini da latte in alta collina e intende realizzare un piccolo caseificio trasformando tutta l'attuale produzione annuale di latte di circa 1500 q.li in formaggio pecorino e ricotta. E' prevista l'assunzione di un operaio non qualificato per la gestione dell'impianto.

  

Creato da Redazione, Novembre 2015

L'azienda agricola con una superficie vitata di 4 ettari intende attrezzare i locali del seminterrato per produrre e imbottigliare vino DOC. La manodopera familiare è sufficiente a coprire gran parte dei nuovi fabbisogni lavorativi. Saranno necessarie solo alcune consulenze specifiche (es. enologo).

Creato da Redazione, Novembre 2015

L'attività agrituristica si aggiunge all'attuale attività agricola cogliendo l'opportunità di acquistare un vecchio casale ora semi abbandonato. La dimensione dell'offerta prevista è di 15 posti letto su 5 camere e 30 coperti per la ristorazione. Il periodo di piena occupazione è variabile tra i 30 e le 50 giornate annue. La manodopera familiare è sufficiente e si possiede l'abilitazione per la somministrazione di alimenti pertanto non è prevista manodopera esterna. Poiché le risorse proprie non sono sufficienti per coprire le spese iniziali di investimento è previsto un contributo pubblico pari al 40% la cui entrata è prevista al secondo anno pertanto è indicato un prestito ponte di due anni che si aggiunge a un mutuo decennale.